top of page
  • Writer's picturesebastianoarcoraci

G7 - cos'è e cosa fa?

Da ieri, nell'incantevole resort di Borgo Egnazia, a Savelletri di Fasano, in Provincia di Brindisi, in Puglia, si svolge il vertice del G7, a presidenza Italiana, guidato dalla Premier Italiana, Meloni.

Ma cos'è il G7 ?

Il gruppo dei G7, formalizzato nel 1986, è composto:

da Italia con Meloni, Francia, rappresentata da Macron - Regno Unito, da Suniak - Germania, da Sholz, - Canada, da Trudeau - U.S.A., da Biden - Giappone, da Kishida.

Nel 1997 era stata ammessa anche la Federazione Russa, diventando G 8.

Poi, nel 2014, dopo l'annessione della Crimea, da parte della Russia, la partecipazione di quest'ultima fu sospesa.

Ai vertici vengono invitati di diritto i rappresentanti della U.E., da ieri quindi in Puglia ci sono anche Ursula Von Der Leyen, in qualità di Presidente della Commissione Europea, e, Charles Michel. quale Presidente del Consiglio Europeo.

Ospite straordinario è, per l'occasione, Volodomyr Zelensky, il Leader Ucraino.

Il gruppo, non si occupa solo delle principali questioni economiche Mondiali, ma, ha al suo attivo decisioni importanti sui temi dell'ambiente e dei diritti civili.

Oggi è previsto l'intervento autorevole del Sommo Pontefice, Papa Francesco.

Fra le prime decisioni emerse dal vertice vi sono quelle relative ad irrorare nuove sanzioni alla Russia, e autorizzare un prestito straordinario all'Ucraina, di 50 miliardi di dollari, attinto dagli interessi prodotti dagli Asset Russi ( beni patrimoniali), che ammonterebbero a circa 280 Miliardi di dollari, che la Federazione Russa ha in Europa.

Tale prestito, consentirà la difesa di Kiev dall'avanzamento Russo, che procederebbe, in questi ultimi mesi, la propria marcia, di circa 200 metri al giorno, rispetto al fronte Ucraino.

Altra decisione importante di ieri del Vertice, è l'approvazione del Piano U.S.A. sulla pace in Medio Oriente, prevedendo una prima fase di cessazione dei combattimenti , e una seconda fase, attraverso trattative di pace fra Israele e Palestina, che dovrebbero condurre alla realizzazione di due patrie indipendenti per i due Paesi.

Come si vede, un Vertice delicato e strategico per la geopolitica Mondiale.

L'Italia, ha l'occasione, con questo Summit, di ricavarsi finalmente un ruolo di primo piano nello scacchiere Internazionale, approfittando anche della debolezza contingente dei Leader di Germania e Francia, indebolendo dunque l'asse Franco- Tedesco, che negli ultimi anni ha determinato la linea politica europea nel Mondo.

L'occasione dunque è propizia per il nostro Paese, che, in questo momento, ha una Leader reduce da una vittoria piena, conseguita proprio alle recenti elezioni europee, e, che invece, ha indebolito le Leadership del Socialdemocratico Sholz, che vede sopravanzare in Germania la destra di ADF, e, soprattutto di Macron, che ora vede il fantasma di Bardellà, astro nascente del Partito di destra Francese di Marie Le Pen, materializzarsi all'Eliseo, quale nuovo Premier.

Infatti, ciò potrebbe accadere, dopo l'elezioni Legislative, convocate proprio da Macron, che spera, che i Francesi, si ricredano sulla scelta compiuta al voto Eurepeo, e pongano un argine all'avanzata del fronte nazionalista della Le Pen.

Un Vertice dunque foriero di grosse novità nei nuovi equilibri Mondiali, già mutati da tempo, ma che, con l'approssimarsi del voto Americano, potrebbe mutare ancora, e, in peggio, almeno per il destino dell'Europa, specie se vincesse Trump, che, come è noto, non nutre aperte simpatie per la vecchia Europa.

Vedremo nei prossimi mesi come sarà l'evoluzione della storia Politica ed economica Mondiale, nel frattempo godiamoci questo momento di notorietà per il nostro Paese e lo stupore dei nostri ospiti Internazionali di fronte all'abbagliante bellezza dei luoghi Italici.










Comments


bottom of page