• Franco Arcoraci

rilanciare la Fiera di Padova. Anche Bitonci sia d ‘accordo.

Padovafiere ha bisogno di essere rilanciata su questo non vi è alcun dubbio.Il nostro Polo Fieristico ha indubbiamente subito negli ultimi anni un certo rallentamento sia nel numero delle manifestazioni che nel fatturato prodotto.

L ‘ allarme lanciato qualche anno fa rispetto alla scelta di cedere ai Francesi la maggioranza delle azioni e la gestione dell ‘ Ente Fieristico si è rivelato ahimè fondato.I bilanci degli ultimi anni ne sono la testimonianza evidente.I destini intrecciati con Fiera Immobiliare spa , propeietaria degli spazi fieristici e stazione appaltante del Nuovo futuro Centro Congressi, non hanno mutato nel tempo tale negativa situazione.

Troppo ristretto l’ ambito di intervento di quest’ultima e troppo oneroso il passivo dovuto ai “derivati “sottoscritti circa un decennio fa con le due banche del territorio perché essa possa mantenersi in equilibrio economico- finanziario .

Purtuttavia uno spiraglio è sembrato aprirsi con l’ arrivo di G Planet

( padovana) e dell ex Amministratore Delegato Fiera Andrea Olivi che ha fatto prefigurare finalmente una nuova “vision” strategica nella gestione della Fiera con aperture verso mercati esteri e l ‘ intrapresa di nuove manifestazioni fieristiche nel settore delle innovazioni tecnologiche , nell ambito dell agenda Padova 4 punto zero immaginata dalla Camera di Commercio .

Nuova linfa dunque verso un ri- posizionamento nei mercati interni e del Nord est Europa verso confronti e nuove sfide magari con Milano e Francoforte.

Su questo la Camera di Commercio , la Provincia di Padova ed anche Bitonci sembravano spingere unanimemente.

Sembra dunque alquanto incoerente la marcia indietro sullo sviluppo della Fiera da parte dell ex Sindaco ai propositi ed alle azioni dei Soci Pubblici che in questi giorni hanno deliberato un aumento di capitale di Fiera Immobiliare volto al risanamento dei conti e ad ampliare il proprio oggetto sociale senza limitarsi a gestire solo gli immobili fieristici , con il conseguente possibile avvio di scenari nuovamente positivi per l Ente Fieristico indissolubilmente legato al destino di Fiera immobiliare spa.

Per questo immagino , al di là delle contrapposizioni politiche, una nuova unità di intenti , anche con tutte le forze di opposizione, compreso Bitonci, sulle prossime strategie in questo settore consapevoli del fatto che sia per il volume di affari direttamente prodotto dalle manifestazioni che per l’ indotto prodotto a favore di alberghi, ristoranti e attività commerciali in genere , un Ente come la Fiera è un motore di sviluppo cui Padova non potrà mai rinunciare.

Ulteriore volano sono certo potrà essere rappresentato dall’ erigendo nuovo Centro Congressi che fra 18 mesi dovrebbe ospitare fra i maggiori Convegni scientifici , economici , Universitari, Turistici e Culturali di livello internazionale.

Sta dunque a tutti i soggetti politici saper affrontare tali nuovi appuntamenti con autentico spirito di squadra abbandonando per una volta e per il bene di Padova ogni strumentalizzazione a fini politici che altro non produrrebbe che danni al sistema economico patavino, già di per sé fragile ed ulteriori gap rispetto realtà come Verona e Vicenza in decisa ascesa.

Sebastiano Arcoraci – Area Civica- Progetto Padova

Già componente Cda Padovafiere e Fieraimmobiliare spa

Recent Posts

See All

https://arcoracisebastiano.wordpress.com/ wp-1650732391500Download