top of page
  • Writer's picturesebastianoarcoraci

Il 5° Festival del Cinema a Patti e Tindari. Una edizione superba.


In una cornice incantevole, nel golfo di Patti, fra le due location della bella cittadina tirrenica, Cinema in Città, e, Teatro greco nella località di Tindari, si è svolta la quinta edizione del Festival del Cinema Italiano.

Sotto la Presidenza di Franco Arcoraci, autentico Patron del Festival, e del Direttore Artistico Carlo Gentile, critico cinematografico RAI, chi ha vissuto il Festival, ha potuto godere di 6 giorni di Eventi di Cinema, Cultura e Musica, fra i più importanti del panorama Italiano.

Ornella Muti, madrina del Festival, e Katia Ricciarelli, Presidente Onoraria della Giuria del Festival, hanno impreziosito e dato lustro ad un Festival che si conferma, sempre più, fondamentale per la promozione dell' Arte Cinematografica Italiana nel mondo.

Un appuntamento irrinunciabile per chi ama il Cinema di qualità, e intende capire, le nuove tendenze del cinema d' autore, quello sperimentale, i corti e i docu- film, oggi di grande attualità.

Le sperimentazioni cinematografiche di giovani autori, il sostegno di nuovi produttori cinematografici, i Master - Class, la fotografia, le nuove tecniche di sceneggiatura, sono stati i temi vissuti all' interno di questa Edizione del Festival.

La attenta presenza di Piera De Tassis, Presidente dell' Accademia del Cinema Italiano, vera e propria " Signora del Cinema Italiano" ha poi sancito la definitiva affermazione di un Festival di alto profilo culturale nel panorama cinematografico Italiano.

I Premi ai " Corti" " Il racconto di Ester", di Simone Bartoletta con il grande Andrea Roncato, in veste drammatica, e a

" Vulcanoidi", di Giuspeppe Moschella, hanno inoltre confermato un nuovo modo di fare film, e, una creatività eccezionale, tutta Italiana, di grande valore artistico, testimonianza importante di temi molto sentiti dall' opinione pubblica.

Il Premio a " il mio posto è lì " di Cristiano Bortone , con Marco Leonardi e Ludovica Martino, ha connotato la sei giorni con una nota di grande romanticismo.

Infine premio " al miglior attore " , a Elio Germano, protagonista del nuovo film di Daniele Lucchetti, " Confidenza" ha coronato la magnifica serata finale dei Premi, con

l' attribuzione della Stella d' Argento, una statuetta preziosa, creata da un' Artista Siciliana, a un grande Attore.

Il Premio a Elio Germano, uno dei protagonisti più apprezzati del momento in Italia, e nel mondo, ha evidenziato anche un gran lavoro della prestigiosa giuria, che ha saputo, offrire al pubblico una selezione di film e cast di ottimo livello.

Una serata finale di alto profilo insomma, svoltasi nello splendido scenario del Teatro Greco del Tindari, e, condotta magistralmente dai due Ammendola , Pino e Riberta, autentici mattatori della serata, dal palco del prestigioso Teatro Greco.

Che dire?

Viva il Cinema , che ci fa sognare , e, che, continua a dare emozioni, e, ci fa sentire vivi.

Sebastiano Arcoraci

Scrittore- Bloger- Opinionista



Σχόλια


bottom of page