• Sebastiano Arcoraci

Mestre, in Piazza Barche,ha dato il via alla Manifestazione del Veneto



Oggi 22 aprile il Pullman del Tour del Primo Maggio, organizzato dal Sindacato Nazionale UGL , si è fermato a Mestre.

È stato Paolo Capone, il Suo Segretario Generale , che in Piazza Barche, ha dato il via alla Manifestazione nel Veneto.

Una idea innovativa questa del tour in pullman che , anche a causa del Covid , che ci ha impedito in questo periodo , di incontrarci , abbiamo voluto sostenere, proprio per superare questo tipo di ostacoli fisici , non arrendendoci all' idea di non poter incontrare i lavoratori , i nostri associati ,e ogni cittadino che in questo momento si trovano in grande difficoltà , sia di relazione sociale che economica, per essere vicini a tutti loro.

Queste le dichiarazioni del Segretario Nazionale UGL Paolo Capone che

continuando ha affermato : Siamo qui nel Veneto oggi , nel nostro 22° incontro , in tour per l’Italia, che concluderemo , il Primo Maggio a Milano, perchè nonostante l’attuale situazione di crisi , vogliamo riproporre il lavoro come il fattore decisivo per lo sviluppo economico del nostro Paese, un lavoro che oggi soffre e che noi riteniamo invece vada sostenuto ad ogni livello.

E se la crisi in cui oggi siamo , che ci ha fatto perdere circa 960 mila posti di lavoro , incomberà ancora , come noi temiamo, arrivando persino ad una cifra prossima ad un milione e mezzo di posti di lavoro, quando finirà il blocco dei licenziamenti, noi siamo qui a testimoniare la nostra presenza attiva a fianco di migliaia di famiglie che ancora oggi rivendicano il lavoro come elemento di dignità dell’essere persona, dell’essere cittadino attivo di questa nostra Republica.

Siamo convinti che il recovery fund e le misure che il Governo sta assumendo in questi giorni siano insufficienti e per questo al Tavolo del Governo sul rilancio del Paese porteremo il nostro contributo finalizzato non solo al mantenimento degli attuali posti di lavoro, come è giusto che sia, ma anche per individuare nuovi settori produttivi e di sviluppo che potranno creare milioni di nuovi posti di lavoro per i giovani e le donne , i più penalizzati da questa crisi , come il digitale, l’ambientale, il recupero e riuso del territorio , il turismo d’arte ed ecologigo, il manifatturiero di qualità, la ricerca scientifica, i servizi alla persona l’educazione e la formazione permanente.

Solo così ridaremo slancio all’economia ed al Paese e faremo partecipi della nuova Italia milioni di cittadini che oggi stanno perdendo il lavoro e coloro che che invece vogliono entrare a pieno diritto nel mondo del lavoro.

Alla Manifestazione, è intervenuta, per il Governo Regionale, l’Assessore al Lavoro Elena Donazzan, ed erano presenti anche Sebastiano Costalonga , Segretario UGL del Veneto , i Segretari Provinciali di Venezia V. Improta e di Padova Fabio Beltempo e alcuni dirigenti sindacali nazionali: il Vice Segretario Luca Malcotti Maria Rosaria Pugliese ed Enzo Favetta .

La delegazione Padovana era composta anche dal Vice Segretario Provinciale Sebastiano Arcoraci , e dai Segretari di Categoria.

Germana La Mantia, Fabio Bigon, Maurizio Barbieri, Davide Mauri, Giovanni Borgia.

La Manifestazione si è conclusa con l’invito a incontrarsi tutti a Milano in occasione del Primo Maggio festa dei Lavoratori .


Sebastiano Arcoraci