• sebastianoarcoraci

No alla Federazione con la Lega.

Da ieri si fa un continuo parlare della Federazione fra Forza Italia e la Lega con tanto di Diarchia già pronta : Salvini Segretario e Berlusconi Presidente.

Personalmente sono contrario e vi spiego il perché.

Vedo questa Federazione come una annessione dei liberal di Forza Italia al Partito della Lega essendo il rapporto di forza fra i due Partiti di almeno uno a tre e non una autentica alleanza federata con pari dignità.

Berlusconi e i suoi più stretti collaboratori stanno commettendo a mio modesto parere un errore colossale consegnando di fatto il Partito nelle mani della Lega, partito certamente poco moderato specie sui temi della Immigrazione e delle libertà civili .

Prima di fare questa operazione suicida Forza Italia dovrebbe federare la diaspora dei Movimenti movimenti moderati e liberali esistenti , oggi almeno una decina, che messi insieme potrebbero fare almeno il 10%.

Carlo Calenda, Della Vedova, Emma Bonino, Renzi, Toti il Nuovo PSI, il Partito Liberale , i vari Movimenti Civici e Forza Italia dovrebbero dar vita subito alla Federazione Liberal/ Riformista per saldare e rafforzare tutti i moderati che non si riconoscono negli attuali altri Partiti Politici rappresentati oggi in Parlamento.

Solo dopo , con un Congresso Fondativo e gli Stati Generali di questa grande Federazione di almeno il 15% si può fare una alleanza , solo tattica , con la Lega , per vincere le prossime elezioni politiche e ridare un Governo di ispirazione Liberale e Riformatore al nostro Paese attuando il Presidenzialismo alla Francese e le varie Riforme strutturali che anche l' Europa ci chiede.

Tenere distinti ed autonomi i Liberali e i Leghisti consente all ' elettore moderato una scelta politica consapevole e precisa rispetto all' offerta elettorale oggi sin troppo populista se non addirittura estremista.

Pensare di unire ciò che è diverso potrebbe sì semplificare il quadro politico ma inevitabilmente porterebbe al prossimo giro elettorale ad un maggiore astensionismo da parte di quei cittadini che non condividono le posizioni estreme della Lega allontanando persino una Vittoria elettorale ormai davvero a portata di mano.

Sebastiano Arcoraci

Portavoce Progetto Riformista



.