• Franco Arcoraci

o dialogo o scontro. Coalizione Civica decida.

Mercoledi 26 luglio si riunirà il primo vero Consiglio Comunale dopo la prima seduta di insediamento e ratifica degli eletti.

Chi scrive certo aveva messo in conto fibrillazioni varie nella articolata e plurale maggioranza di governo cittadino. Purtuttavia, confidando nella leadership di Giordani e Lorenzoni, auspicava che episodi di rottura sociale come avvenuti in passato con Zanonato e Bitonci non sarebbero più accaduti.

Era scritto nel programma di Giordani ,a cui ho modestamente contribuito, ed era scritto anche nel programma Lorenzoni che questa nuova Amministrazione sarebbe nata all insegna del buon senso, del dialogo, della partecipazione attiva e democratica dei cittadini.

Lunedi invece è successo che a fronte di una manifestazione di Forza Nuova autorizzata dalla Questura una contromanifestazione dei Centri Sociali spontanea ed improvvisata abbia provocato disordini , ferito alcuni tutori delle Forze dell Ordine mediante il lancio di bombe carta ed altro.

Ciò evidentemente significa aver lacerato pagine intere del programma non considerandole affatto elementi fondanti e sacri di un preciso impegno assunto in campagna elettorale coi propri elettori e successivamente, al momento dell apparentamento, coi propri alleati ( Giordani- PD ed Area Civica).

In politica può accadere di cambiare idea , certo, ciò che però è inaccettabile è a questo punto la politica trasformista e doppio giochista.

Non si può cioè essere Partito di Governo e nello stesso tempo organizzare manifestazioni violente e lesive delle normali regole democratiche e di convivenza civile.

Non si può avere cone nemici i tutori dell ordine pubblico che rischiano la propria vita ogni giorno per garantire la convivenza civile di una Comunità.

Non si può fomentare lo scontro sociale con il falso argomento che ” i fascisti” sono illegali e contro la Costituzione.

La Costituzione in realtà nega giustamente la apologia della ideologia fascista nn la manifestazione del proprio pensiero politico che nel caso di specie era rivolto alla contrarietà della concessione dello Jus Soli a chi straniero nasce in Italia.

Dunque credo che ora Coalizione Civica debba riflettere molto bene ed assunete conseguentemente una scelta definitiva sulla partecipazione al Governo Democratico eletto dai Cittadini osservando le norme di diritto che regolano la vita istituzionale e sociale cittadina ovvero proseguire in una linea di scontro e di antagonismo sia con le Istituzioni sia con l ‘ intera Comunità Patavina.

Nel secondo caso dovrebbero almeno ammettere di non essere per nulla in sintonia con i loro rappresentanti in Giunta che invece , a più riprese, in questi giorni , hanno condannato non solo gli episodi di violenza ma anche espresso piena solidarietà alle Forze dell ‘ Ordine.

Per quanto mi riguarda auspico invece si possa tornare immediatamente a lavorare tutti insieme come stanno facendo il Sindaco Giordani e le Sue liste di appoggio nel primo turno elettorale e Lorenzoni leader dell ‘ area della Sinistra Alternativa che spero sappia con un colpo di reni raddrizzare la situazione e ricondurre ad unità politica le variegate anime che Egli rappresenta.

L Alternativa?

Semplicemente non c è a meno che si voglia distruggere questo Nuovo Progetto Civile per Padova riconsegnandola a Bitonci.

Sebastiano Arcoraci

Recent Posts

See All

https://arcoracisebastiano.wordpress.com/ wp-1650732391500Download