• sebastianoarcoraci

Padova fra le ultime in classifica su Ambiente e Sicurezza.

Padova continua ad inanellare un successo dopo l'altro in una classifica al contrario.

L' ultimo record, secondo il Sole 24 ore, è quello relativo alla perdita di ben 33 posizioni sul tema dell' Ambiente.

Certo al Sindaco Giordani, troppo spesso intento a presiedere pompose inaugurazioni , saranno fischiate le orecchie, così come all' Assessore Gallani, che in tema ambientale, continua a far proclami e nulla più.

Di sicuro serviranno a poco 1000 alberi da piantumare nei prossimi mesi se questo corrisponde infatti al misero 0,05% rispetto ai cittadini residenti a Padova.

Per questo noi Verdi x l' Italia, da mesi chiediamo, anche sulla stampa, ben 200 mila nuove piantumazioni arboree.

Per questo noi chiediamo anche di coinvolgere in questa battaglia, per la salute dei ns cittadini, i privati, che in collaborazione con la Amministrazione Comunale, potrebbero arricchire i loro terrazzi, giardini e prati con Piante Anti CO2, come da tempo si sta facendo in Giappone.

Invece si assiste a scelte autoreferenziali, spesso senza alcuna partecipazione attiva della cittadinanza.

La stessa cittadinanza, che tristemente, deve festeggiare, si fa per dire, un altro nefasto primato, quello della Città meno sicura fra quelle Italiane, sorda alle grida di allarme che da tempo, singoli cittadini, Comitati Spontanei e Organismi Sociali e Politici sollevano, chiedendo misure forti di contrasto alla criminalità dedita in particolare allo spaccio di droga.

E' evidente dunque la poca sintonia di molti nostri Amministratori, con il sentire popolare .

Ormai è noto che la nostra città, grazie ad un passaparola efficace, fra il crimine organizzato, sia diventata meta di un traffico di stupefacenti inarrestabile che produce , oltre che degrado, paura e sconforto fra tutti i suoi abitanti, in particolare in zone ormai divenute terra di conquista da parte di bande straniere dedite allo spaccio, come la Stazione, la prima Arcella, Via Diego Valeri, zona Chiesanuova etc.

Altro dunque che situazione tranquilla come spesso ripete, con una cantilena, il nostro Sindaco.

È evidente dunque, che questa Amministrazione, nata originariamente, su iniziativa del Civismo Locale, abbia tradito le proprie origini, mutando

orribilmente aspetto, sempre più portatrice sana dei disvalori del buonismo a tutti i costi e senza alcuna visione strategica sul futuro di Padova, ormai tristemente superata non solo da Verona e Vicenza, ma anche da Treviso, in termini di qualità della vita.

Si perché qualità della vita , come la intendiamo noi Verdi per l' Italia, non è solo limitare l'uso delle auto diesel o piantare mille nuovi alberi, ma un insieme sistemico urbano, che dalla Pianificazione del territorio in senso Green, alle politiche sociali, dallo sport per tutti , alla Sicurezza , sappia costruire un habitat a misura d' uomo , armonico, dinamico, futuribile, smart ed allo stesso tempo sicura.

Tutti appuntamenti mancati per questa Amministrazione sempre più targata PD e estrema sinistra , molto lontana dalle pur sincere aspirazioni, ed aspettative che molti cittadini avevano in lei riposto.

Ecco perché sin d" ora il nostro Movimento dei Verdi per l' Italia, intende farsi portavoce di nuove politiche che sappiano riportare Padova fra le Città al Centro dello scacchiere Veneto, ridandole prestigio e primati che un tempo non lontano si era meritata.

VERDI per l' ITALIA