• sebastianoarcoraci

Prato della Valle va Regolamentato

Il 20 Luglio scorso ho presentato una richiesta di accesso agli atti al Comune di Padova, mediante l'Istituto dell'Accesso Civico Generalizzato, previsto dalla normativa vigente sulla trasparenza della Pubblica Amm.ne.

La richiesta era motivata dal desiderio di sapere se Prato della Valle, la seconda Piazza d'Europa, dopo Piazza Rossa a Mosca, avesse un Regolamento per il suo utilizzo.

Infatti da tempo i cittadini padovani assistono inermi ad iniziative improvvide, coacervi di eventi e varie manifestazioni, comprese risse fra bande giovanili e spaccio di droga, meravigliandosi non poco che il loro " Prato senza erba" sia sottoposto quotidianamente a tali tristi e degradanti episodi.

Personalmente credevo dunque che una possibilità di intervento fosse l'applicazione di tale Regolamento ed il controllo costante delle forze dell'ordine.

D'altronde il Comune stesso aveva definito di recente, in occasione di una proposta dell'Associazione Culturale "Mi Riconosci", di dedicare una delle statue dell'anello dell'Isola Memmia, ad una figura femminile storica, il Prato della Valle come MONUMENTO della Città e quindi elemento culturale da tutelare.

La Civica Amministrazione dunque, sostenne, in quella occasione, che la statua ad una figura femminile non si poteva erigere poichè si sarebbe stravolto e violentato quel che da tempo immemore rappresenta un vero e proprio Monumento, e dunque, come tale immodificabile.

Dato tutto ciò dunque grande è stata la mia sorpresa allorquando il bravo Dirigente del Settore Verde Pubblico del Comune, mi ha risposto che un Regolamento di Prato della Valle non esiste.

Come mai allora un Monumento, bene architettonico prezioso, pare tutelato anche dalla Soprintendenza alle belle arti , non ha un Regolamento che ne disciplini il suo utilizzo?

Allora delle due una, o è un Monumento, ed allora occorre immediatamente adottare un Regolamento d'Uso , per evitare, ad esempio che le orribili Giostre e Luna Park si insedino anche il prossimo 13 Giugno in Prato, o che si si faccia esposizione di Moto fracassoni o auto "simil d'epoca" molto inquinanti, o mercati di cianfrusaglie varie, o manifestazioni di ogni tipo, senza un filo logico culturale che si inserisca armoniosamente nel contesto Monumentale dei luoghi, oppure non è un Monumento ma una semplice piazza, ed allora il diniego di erigere una nuova statua in rappresentanza di una figura femminile , che sia contraddistinta nella storia, nel campo della cultura o della scienza o della politica, è del tutto immotivato, pretestuoso e strumentale politicamente.

Personalmente ritengo, che in ogni caso, sia che lo si consideri un Monumento che una Piazza, ciò non dovrebbe impedire di poterlo adeguare alla realtà storica e sociale del momento, e così come in tempi recenti è stata realizzata una splendida fontana con tanto di zampilli e pesciolini rossi, a maggior ragione si può erigere, proprio nel centro del Prato, magari ai lati della fontana stessa, una statua al femminile.

Ecco perchè, ritengo dunque impellente adottare da parte del Consiglio Comunale un apposito Regolamento per l'Uso del "Prato".

Ecco perchè chiedo a tutti i Consiglieri Comunali, anche di minoranza, di adoperarsi quindi perchè nei prossimi mesi venga adottato tale Regolamento, coinvolgendo tutto il mondo associazionistico e culturale cittadino.

D'altronde non farlo sarebbe alquanto strano visto che altre Piazze Importanti del nostro Paese lo hanno adottato da tempo, come ad esempio Piazza del Campo a Siena, dove ogni anno si svolge fra le altre cose il famoso Palio, o come Piazza della Signoria a Firenze.

Tale importante strumento consentirebbe anche di contrastare i recenti episodi di degrado fatti da bivacchi continui, spaccio di droga e risse fra bande giovanili, mediante un apposito sistema di guardiania attiva affidata magari a delle Cooperative di Giovani che in tal modo potrebbero sentirsi protagonisti, contribuendo a salvaguardare uno dei luoghi più suggestiva della nostra meravigliosa Patavium.

sebastiano arcoraci

padova 14 agosto 2022