• sebastianoarcoraci

Troveremo ancora un altro Pertini o Mattarella?

Quando Sergio Mattarella, Siciliano buono e retto, uomo senza paura, ricco di valori e ideali, lascerà, temo per il nostro Paese, che possa trovare un Presidente che li rappresenti tutti, che li ami tutti, e che sia orgoglioso di essere Italiano come lui.

Pochi Presidenti hanno saputo impersonificare il ruolo di Garante della Costituzione Republicana ed Arbitro imparziale nella disfida Politica, coma lui.

Senza tema di essere smentito penso infatti ai nomi, pur autorevoli, che in questi giorni continuano a farsi quale nuovo Presidente della Repubblica: Casini, Amato, Berlusconi, ed altri, ed altre , ..... e mi viene il magone.

Infatti, a parte Einaudi, un po' lontano nella memoria, grandissimo Presidente della Republica, autorevole e rispettabile anche a livello internazionale, l' unico col quale oggi si può fare un debito raffronto con Sergio Mattarella è Sandro Pertini, Ligure, Socialista sanguigno, determinato, libero, e molto popolare.

Capace di destreggiarsi fra le varie forze politiche, a volte schierandosi in polemica anche con il suo Partito, Pertini fu l' emblema di una Italia Vincente, non solo nel calcio naturalmente, come tutti ricordano, ma anche nel campo dei diritti civili e dei lavoratori.

Gli Italiani con lui si sentivano al sicuro, tranquilli, certi che al momento giusto, il gigante buono, con la pipa, avrebbe messo le cose a posto.

I suoi solidi ideali di Partigiano e di fervente sostenitore della Costituzione Republicana lo aiutarono certo nella sua memorabile impresa.

Così, allo stesso modo, con un tratto di mitezza e gentilezza nei modi, che ci han ricordato uomini di altri tempi, Sergio Mattarella, piano piano è entrato nel cuore degli italiani, nel cuore di tutti noi.

Una limpida visione Europeista, uno strenuo difensore dei giovani, spinti a più non posso a rendersi protagonisti della loro esistenza, della nostra Società, fautore di una più ampia tutela dei diritti delle donne, fervido assertore dei limiti Costituzionali nell' agire di Governo, propugnatore delle pur modeste Riforme sulla Giustizia, questo pacioso Professore di Diritto Costituzionale ha saputo davvero ingraziarsi i consensi di tutti, compresi quelli della Leader di Fratelli D' Italia, oggi unico Partito all' Opposizione, Giorgia Meloni,

cosa ben rara in questo nostro Paese.

Ecco perché in questo momento, di particolare attenzione sui temi della Pandemia, del rilancio dell' economia, del futuro delle nuove generazioni, della tutela dei più fragili, non riesco ad intravedere figure istituzionali di altissimo prestigio, anche Internazionale, all' altezza dell' alto compito che li attende.

Ed ecco perché continuo a ribadire che nel trovare una persona di alto valore va disegnato prima un preciso identikit, tale da rassicurare tutti gli Italiani.

Non giochi di Palazzo, non alchimie Politiche per individuare il giusto nome , ma far combaciare il nome con precise e lodevoli caratteristiche :

-Idealità ,

-Passione,

-Rettitudine Morale,

-Profilo Internazionale,

-Capacità di ascolto del sentire Popolare,

-Imparzialità,

-Interprete dei valori Cristiani ed Europeisti della ns Nazione.

Se così sarà, forse, dopo pochi mesi, un altro Presidente entrerà nei nostri cuori, in alternativa, avremo sì un, o una Presidente, ma non sarà di tutti e sopratutto non ci ricorderà né Pertini né Mattarella.

Sebastiano Arcoraci

-